Archivi categoria: eventi

Le balle di scienza in mostra a Pisa per ricordare Galileo

Il 15 Febbraio 1564 nasceva a Pisa, il fisico (nonché matematico, astronomo e filosofo) Galileo Galilei, considerato il padre della scienza moderna.

Il nome di Galileo è associato all’introduzione del metodo scientifico (detto comunemente metodo galileiano o metodo scientifico sperimentale) composto da due aspetti principali: la realizzazione di esperimenti e il ricorso ad una formulazione matematica in grado di descrivere il fenomeno.

I due aspetti sono, secondo Galileo (ma anche secondo gli scienziati moderni) di uguale importanza: il modello teorico (basato su leggi matematiche, fisiche, chimiche,etc) serve infatti a spiegare i risultati ottenuti dall’osservazione sperimentali ed anticipa future osservazioni. Altro aspetto importante secondo Galileo è la riproducibilità degli esperimenti, ovvero la possibilità che un dato fenomeno possa essere studiato in luoghi diversi e in tempi diversi ottenendo i medesimi risultati (ovviamente mantenendo invariati i parametri che regolano il fenomeno osservato).

Tra le tante iniziative organizzate per celebrare l’anniversario della nascita di Galilei, uno dei più interessanti è certamente la mostra “Balle di Scienza:storie di errori prima e dopo Galileo” allestita al Palazzo Blu di Pisa fino a Giugno 2014.

L’evento parte da una considerazione: anche gli scienziati, a volte sbagliano, ma proprio gli errori sono una delle molle del progredire della scienza. Non a caso una delle citazioni che appare nei pannelli della mostra è la famosa affermazione di Richard Feynman (premio Nobel per la Fisica nel 1965): « la Scienza è fatta di errori, che sono sono utili perchè, piano piano, sono proprio questi errori che ci guidano verso la verita ».

“Balle di Scienza” ripercorre,attraverso reperti e strumenti delle varie epoche, installazioni multimediali ed esperimenti interattivi (a cui i visitatori possono prendere parte, effettuare misure ed “entrare” negli esperimenti stessi), le principali tappe del progresso scientifico e tecnologico: dall’antica Grecia a Roma, dal medioevo allo sbarco sulla Luna, per arrivare alla scoperta del Bosone di Higgs e all’esperimento LHC: un progresso scientifico che anche nella nostra era “ipertecnologica” si trova a percorrere una via costellata da errori, “scoperte casuali”, sviste..ma in fondo, sbagliare fa parte del gioco.

Maggiori informazioni sulla mostra, promossa dalla Fondazione Palazzo Blu e curata da INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) e Università degli Studi di Pisa, sono reperibili su www.palazzoblu.it

Grande successo per Ascoli2.0

Con oltre 500 presenze complessive nei tre giorni della manifestazione (conclusasi Sabato 9 Ottobre con APCamp2010 ) possiamo sicuramente parlare di un grande successo per questo evento dedicato al Web2.0.

Al di là dei numeri, quello che ha fatto piacere a me e agli altri organizzatori è stata la presenza di un pubblico attento e qualificato (alcune persone sono venute addirittura da altre regioni!), alcuni docenti ci hanno contattato nei giorni precedenti l’evento per chiedere di poter portare le loro classi, molti imprenditori presenti si sono complimentati con noi. Diversi portali hanno parlato dell’evento ( tra cui il portale Working Capital di Telecom Italia e l’inserto Nova del Sole24Ore , la lista completa è qui )

E’ stata sicuramente la prova che offrire contenuti di qualità ed interessanti è stata la scelta vincente; sopratutto abbiamo permesso ai partecipanti di capire cosa è questo Web2.0 di cui si parla tanto (spesso anche in modo superficiale) e quali opportunità può offrire.

Abbiamo fatto capire (o almeno ci abbiamo provato, speriamo che il messaggio sia passato!) che il web2.0 non è la bacchetta magica in grado di rilanciare una azienda in crisi. Se non ci sono idee, progetti validi, contenuti interessanti, il web2.0 non farà nessun miracolo.

Ascoli2.0 è stato sopratutto un momento di confronto, di scambio di idee; una sorta di banco di prova per nuovi progetti, che nei prossimi mesi verranno sviluppati. Ora si comincia a  lavorare sul serio!

(i guru del Web2.0 alle prese con la preparazione delle Olive ascolane..anche questo è Ascoli2.0 )