Progetto "Per non cadere nella rete!"

Questa pagina raccoglie materiali e link utilizzati  negli anni 2008-2010 ,durante gli incontri con genitori e docenti di scuole elementari e medie, per il progetto “Per non cadere nella rete..navigate a vista”, promosso dal Comune di Ascoli Piceno -Assessorato alle politiche educative e dalle scuole del comune di Ascoli.

In particolare quanto di seguito riportato si riferisce all’ edizione 2010, in cui ho tenuto gli incontri relativi alla sicurezza e ai pericoli della rete, ho poi tenuto negli mesi successivi alcuni incontri rivolti a studenti delle scuole superiori, mirati alla sicurezza e l’utilizzo corretto dei social network illustrandone sopratutto le potenzialità.

I genitori che hanno partecipato alle “lezioni” tecniche, possono trovare qui le diapositive proiettate durante il corso. (per accedere è necessaria la password che è stata indicata durante gli incontri)

 

Alcuni link utili per i genitori:

Sito dade.it : un sito a misura di bambini con un motore di ricerca utile per fare ricerche scolastiche (i risultati delle ricerche provengono da siti selezionati e sicuri

Se i vostri ragazzi vogliono partecipare ad un social network ( un sito internet in cui e’ possibile dialogare con altri coetanei, condividere foto, scrivere i propri pensieri, fare nuove amicizie…) e voi volete essere certi che non corrano rischi, allora potete farli iscrivere al sito www.ciaonet.it : un portale in cui i contenuti vengono controllati da appositi volontari e si cerca di creare una vera communità di utenti.

Sito Smontailbullo.it : consigli utili per fronteggiare episodi di bullismo (e di cyberbullismo) tra ragazzi

Software utili (NB: ultimo aggiornamento Marzo 2010 ) 

Avira: antivirus gratuito per utilizzo personale

Mozilla Firefox: programma per la navigazione in Internet, gratuito,  si aggiorna automaticamente in caso di nuove versioni disponibili, consente di attivare delle funzioni aggiuntive (estensioni) che permettono di rendere piu’ flessibile la navigazione, la gestione dei preferiti, di filtrare contenuti non appropriati e di evitare di finire in siti di phishing)

Per gli utenti di Windows Vista e Windows Seven c’e’ la possibilità, attraverso lo strumento Controllo Genitori (presente nel Pannello di Controllo) di monitorare l’attività fatta da un utente del PC (ad esempio un minore) e poter così conoscere i siti visitati, si può inoltre bloccare l’utilizzo di alcuni videogiochi o particolari applicazioni.

X3Watch : software che una volta installato nel computer, manda una mail ogni 2-4 settimane al genitore indicando se sono stati visitati siti non adatti a minori (la versione gratuita invia una email ogni 2-4 settimane, la versione a pagamento del programma invia una mail ogni settimana), funziona anche sui telefonini iPhone. Può essere utile per coloro che hanno nel proprio PC versioni di sistema operativo precedenti a Windows Vista e quindi non hanno uno strumento di monitoraggio come il Controllo Genitori

Videogiochi

Il gioco è fondamentale nello sviluppo del bambino ed i videogiochi, quando utilizzati per finalità educative, sono strumenti preziosi; in alcuni casi però troviamo in commercio Videogames che propongono scene di violenza, ambientazioni che possono impaurire i più piccoli e in generale contenuti non adatti ai più piccoli.

Per poter capire se un videogioco che state per comprare per vostro figlio è adatto a lui, è possibile consultare il sito del Pan European Game Information (PEGI) : si tratta di un sistema di classificazione dei Videogames, in base all’età e potrà aiutarvi ad interpretare le diverse etichette riportate sui videogames o capire attraverso i simboli e un motore di ricerca, se un tale gioco presenta dei rischi.

Per quanto riguarda poi i giochi online (alcuni videogames permettono di giocare, attraverso internet, in simultanea con altri utenti, spesso sconosciuti) ci sono alcuni pericoli da considerare: in primo luogo appunto il fatto che spesso gli altri giocatori sono sconosciuti (che potrebbero cercare di contattare, alltraverso le chat del gioco stesso, i bambini), potrebbero essere presenti inoltre, nel gioco online, delle situazioni di gioco non adatte ai piu’ piccoli e che magari  inadeguate rispetto alla classificazione del gioco stesso. Per affiancare i genitori nel compito di tutelare i minori durante l’uso di giochi online è nato il progetto PEGI Online : uno strumento che si affianca al PEGI e consente a minori e genitori di poter individuare quali rischi si nascondono dietro alcuni siti di giochi online. Il progetto PEGI Online propone un sistema (denominato POSC ) ed un accordo tra i partecipanti al progetto: attraverso questo accordo i vari siti di giochi online si impegnano a garantire delle regole a tutela dei minori, che verranno applicate nei loro portali per il gioco online.

Una risposta a “Progetto "Per non cadere nella rete!"”

I commenti sono chiusi